Archive for febbraio 2009

Peluqueria “La Epoca” – Buenos Aires – Guayaquil 877

Questo post e’ “in cantiere” da quando abbiamo trovato “La Epoca” e finalmente trovo il tempo di scriverlo.
Quante persone vanno a Buenos Aires e si imbottiscono di stage, corsi collettivi, individuali, lezioni private, 4 milonghe ogni sera (perche’ chi ne fa solo 3 e’ troppo “out”)… Tangodipendenti? Mah!… forse… ma siamo al limite dell’ossessione e della malattia…

Quante cose ci sono invece che andrebbero rispolverate ed assaporate con la giusta calma…

Ecco che, per caso, parlando con un “amico” tanguero incontrato in una milonga… seduti allo stesso tavolo, tra una tanda e l’altra non so neppure piu’ di dove fosse ne’ che lingua parlasse… ma dopo un po’ mi guarda e dice qualcosa come… “Non devi perderti assolutamente questo : ” e mi descrive un posto, una peluqueria (ndr: un barbiere) dove il tempo si e’ fermato a 40, 50 anni fa… tutto e’ d’epoca… Si puo’ visitare sempre… ma ogni venerdi, dalle 17 alle 19 si riuniscono un gruppo di persone (e’ anche un’associazione culturale) per cantare e recitare, canzoni e poesie… esibirsi per pochi amici… per ricordare il passato… Guaiaquil 8?? e’ quello che mi ricordo… ma la quadra ‘ quella… e si chiama “La Epoca”… non e’ difficile… vai al capolinea del subte A poi….. e mi descrive la strada… degno di un qualsiasi argentino portegno che si fa in 4 per aiutarti.

Grande colpo di fortuna incontrare questa persona che probabilmente mai piu’ vedro’… la ringraziai prima ancora di sapere cosa avrei visto… era stato molto gentile e qualcosa mi diceva che l’informazione era molto “succulenta”. Chissà se un giorno leggerà questo post… difficile perche’ non parlava italiano… ma lo ringrazio lo stesso, ancora una volta… per averci dato la possibilità di conoscere qualcosa di unico.

Partiamo quindi il venerdi successivo alla ricerca di questo luogo misterioso… Subte A fino al capolinea (che gia’ e’ uno spettacolo di per se’ essendo ancora con i vagoni in legno… la prima linea metropolitana di Buenos Aires… e’ rimasta cosi’ com’era… ) qualche richiesta di informazione ai sempre gentili e disponibili passanti e la troviamo… restiamo senza parole.

Il tempo si e’ fermato davvero. Tutto e’ come era una volta. Un locale piccolo… ci staranno 30 persone… forse 40. C’e’ la peluqueria… (quasi quasi mi farei tagliare i capelli… ma… manca la materia prima… 😉 con tutti gli strumenti di una volta… Le vetrine sono piene zeppe di cimeli… nulla di “moderno” si scorge all’interno. Il telefono di una volta… che scopriremo dopo un po’ perfettamente funzionante… (si vede anche nel video…)

Qui si ritrovano ogni venerdi, per due ore, alcune persone… e ben pochi turisti… (eravamo gli unici… il venerdi successivo abbiamo portato due amici italo francesi che frequentavano il nostro corso quindi eravamo in 4). Siamo stati accolti con curiosità ma ci siamo sentiti a nostro agio… (appena entrati , due persone si sono spostate per consentirci di sederci in 4 allo stesso tavolino)… cose davvero d’altri tempi.

30 persone dicevo… tanto di piu’ non ce ne stanno. E quasi la metà si esibisce. Nessuno famoso… gente comune… che ha la passione per le poesie… per le canzoni…. per il piacere di passare due ore insieme.

Eta’ media alta ma qualche giovane (si parla di 40/50) si puo’ vedere… ed e’ la speranza che questa tradizione potra’ continuare anche in futuro.

Dopo tante chiacchiere ecco il video… purtroppo niente videocamera ma la macchina fotografica ha fatto miracoli e si vedono bene molti dettagli. Qui l’importante non e’ cantare bene… recitare bene… ma e’ partecipare… ricordare… dare il proprio contributo. Ed e’ perfettamente in linea con il nostro (mio e di Elena) modo di vedere il tango… non bisogna essere perfetti… ma quello che si fa si deve fare con passione… al meglio delle proprie possibilità… divertendosi.

Alla fine siamo stati chiamati anche noi “sul palco” per contribuire ad uno scambio culturale italo argentino… Per fortuna NON disponiamo di un video con la nostra performance… (anche se lo avessimo “casualmente” subirebbe danni irreparabili)… ma daltronde l’importante e’ partecipare…

Riferimenti per approfondimenti

http://www.flickr.com/photos/adrianadeargentina/3050403677/

http://www.buenosaires.gov.ar/areas/cultura/cpphc/sitios/detalle.php?id=54

Il testo del tango “Bajo un cielo de estrellas” quello del video…

qui –> https://faitango.wordpress.com/2007/09/26/i-tanghi-che-mi-piacciono-bajo-un-cielo-de-estrellas/

Questo e’ un crosspost –> E’ stato leggermente modificato (ho solo tolto un paio di foto…) comunque…

il Post originale è su http://www.tangodipendenti.com/2009/01/peluqueria-la-epoca-guayaquil-877.html

Annunci