Quei piccoli particolari.

Quanto è bello l’abbraccio del tango quando i due ballerini entrano in sintonia, si scoprono un’infinità di piccoli particolari, bisogna superare la fretta di fare passi, l’ansia del dimostrare di essere capaci, affinare la guida a schivare le altre coppie, ed ecco che si libera attenzione per quello che succede dentro….fra di noi… e piccole sfumature fino a ieri del tutto trascurate appaiono importanti come il tango stesso, se non di più ….

Il cercarsi dei corpi, lo sfiorare delle gambe, il profumo dei capelli, il toccarsi delle teste, sentire il corpo di lei che si rilassa e si abbandona nell’abbraccio, la mano sulla schiena che, pelle su pelle, accarezza in piccoli disegni….. e i cuori che accelerano il battito dopo una pausa che avresti voluto interminabile…..

Tutto sciolto in una musica dolce, languida, fatta apposta per farci godere in quei tre minuti….

Come questo video, una celebrazione ai piccoli particolari che fanno la differenza tra un suonatore e un musicista……  tra una sequenza di passi e il Nostro Tango.

Alberto.

Annunci

5 responses to this post.

  1. Sos un humilde despertar
    de viejas sombras en mi pasado

    tu caricia imberbe
    me protege de la envidia
    y del despecho

    el llanto de tu violín
    se arquea en bandoneón de abrazos

    no me dejes en la sombra
    de un paso sin compás,
    quereme sin pretensión
    juntos vamos a bailar.

    Rispondi

  2. Certo che questi due ballerini sono fuori dal comune….

    http://it.youtube.com/watch?v=sP5Ut4aCvJw&feature=related

    quando lui le ha baciato il ginocchio….. ho avuto un brivido…… emozione per lo show o … invidia latente?

    Rispondi

  3. Quando si vedono queste scene in cui i protagonisti ti fanno sentire che “è tutto facile” che “anche tu (parlo di me), potresti farlo” pur in sogni lontani…è lì che si vede quanto siano bravi.
    Parlo da osservatrice inesperta assoluta di tango nel ballo, parlo dal tremolio dell’anima nel vederli
    bellissimi…

    Rispondi

  4. Molto bello, Alberto. La meta cui tendere…

    Rispondi

  5. Posted by maria 55 on settembre 5, 2008 at 7:13 pm

    tutto bellissimo, emozionante………..peccato che nelle milonghe i particolari non sono così importanti o meglio sono altri i particolari importanti! particolare indispensabile per la maggior parte dei ballerini è l’età e l’aspetto della ballerina da invitare poco importa se sa ballare o no, ma d’altronde siamo uomini!!!!!!!! senza rancore…anzi con un pò

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: