Tango: l’amore perduto

Horas felices que no volverán;
gloria de un amor lejano que, en vano, quiero olvidar.
Yo te soñé, yo te busqué por todos los caminos
y cuando te hallé, con tu amor,
calmé mi sed de errante peregrino.
Después, he sido yo, tan sólo yo,
quien destrozó cruelmente nuestras vidas.
Y hoy lloro tu amor, porque yo,
sin tu cariño, nada, ¡nada soy!

Ore felici che non torneranno;
splendore di un amore lontano che inutilmente voglio dimenticare.
Io ti sognai, io ti cercai per tutti i sentieri
e quando ti incontrai, col tuo amore,
calmai la mia sete di errante pellegrino.
Poi, son stato io, tanto solo io,
che ho distrutto crudelmente le nostre vite.
E oggi piango il tuo amore, perchè io,
senza il tuo amore, nulla, non sono niente!

Yo – Juan José Guichandut
QUI la mia versione preferita: Domingo Federico con Carlos Vidal

Hace mucho que no... da Skarhearth.

Foto by Skarhearth

2 responses to this post.

  1. Posted by Lorenzo on luglio 29, 2008 at 10:38 am

    Bello, cosa ti ha spinto a scegliere questo brano?
    Cosa provoca in te?
    Lo programmi spesso nelle tue serate?

    Ciao
    Lorenzo

    Rispondi

  2. Ciao Lorenzo.
    Si lo uso in ogni serata. Una tanda di Domingo Federico con la voce di Vidal e lo sgracchio al punto giusto, mi regalano il sapore del tango.
    E questo brano ha una romanticheria incredibile con quel “porque yo,sin tu cariño, nada, ¡nada soy”!
    🙂

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: