Cortìna Musicàl: Rayando el Sol

Artista: Manà
Titolo: Rayando el sol
Titolo Tradotto: Sfiorando il sole

Rayando el sol
Sfiorando il sole
rayando por ti
sfiorando per te
esta pena, me duele,
questa pena mi fa male
me quema sin tu amor
mi brucia senza il tuo amore
no me has llamado, estoy desesperado son
non mi hai chiamato sono disperato
muchas lunas las que te he llorado.

sono molte lune che ho pianto
Rayando el sol,
sfiorando il sole
oeooo desesperación
disperazione
es más fácil llegar al sol,
è più facile arrivare al sole
que a tu corazón
Che al tuo cuore
me muero por ti oeooo
muoio per te
viviendo sin ti
vivendo senza te
y no aguanto,
e non sopporto
me duele tanto estar así
mi fa tanto male stare così
rayando el sol.

sfiorando il sole.
A tu casa yo fui
venni a casa tua
y no te encontré
ma non ti incontrai
en el parque, en la plaza,en el cine
nel parco in piazza e al cinema
 yo te busqué,
Ti cercai
te tengo atrapada
ti tengo stretta
entre mi piel y mi alma más
Fra la mia pelle e la mia anima
ya no puedo tanto
Ma tanto non posso
y quiero estar junto a ti.

voglio stare insieme a te
Rayando el sol, oeooo
sfiorando il sole
desesperación
disperazione
 es más fácil llegar al sol
 è più facile arrivare al sole
que a tu corazón
Che al tuo cuore
oh me muero por ti,
muoio per te
viviendo sin ti
vivendo senza te
y no aguanto,
e non sopporto tanto dolore
me duele tanto estar así rayando el sol.

stare così sfiorando il sole.

Annunci

17 responses to this post.

  1. Che bel brano!!! Es una profunda desesperación!!
    gracias!

    Rispondi

  2. De nada Flavia…. 🙂

    Rispondi

  3. Ma…son curiosa di sapere la tua opinione, poi, se è il caso, ti spiego il perché. Mah…, secondo te,Maná cosa intende per “rayando el sol” e “rayando por ti”?

    Rispondi

  4. Posted by Niky on maggio 18, 2008 at 5:17 pm

    Non ne ho idea. Forse vuol dire “avvicinarsi a qualcosa di grande, a Dio” o solo “rischiando di bruciarsi” 😀

    Rispondi

  5. Sapevo che mi avresti dato queste risposte. Se un genio!!!!
    Adesso vedi il percorso che ho fatto…”Agarrate, Catalina!”(Tieni duro!)
    Allora, era voglia di conoscere la tua interpretazione. Credo che la traduzione renda proprio l’idea e sia bella. Nel mio primo commento avevo dimenticato di dirtelo. “me perdonás?” “Te felicito”
    Aggiungo solo un’ interpretazione fatta da me che è vicinissima alla tua.
    Comunque…questo “rayando el sol” e questo “rayando por ti” mi hanno veramente colpita, anzi come diciamo in Argentina, a Buenos Aires, “me rayaron” cioè “me enloquecieron” quindi “mi hanno fatto impazzire”. E così nel mio volo sono atterrata sul significato di “rayar el sol” dato dal vocabolario della RAE (Real Accademia Española) e ho visto : rayar el sol = amanecer= albeggiare
    E “rayar por ti”=impazzire (significato regionale: Cile, Uruguay, Argentina)
    “Què me contás, Nick?”o “qué me contursi?”
    Spero di non averti annoiato. La mia passione è questa: la poesia, le parole, i testi, lo spirito delle lingue!

    Rispondi

  6. Niky, il tuo post fa “pendant” con il mio su “Mariposa traicionera”:sapevo che anche a te piaceva Mana’!
    una curiosità: durante lo stage con Susana Miller abbiamo utilizzato queste musiche!
    Besiti a Flavia!

    Rispondi

  7. Besos a vos, Dori!

    Rispondi

  8. Posted by Niky on maggio 19, 2008 at 6:43 am

    Grazie Flavia
    Nella nostra profonda ignoranza in materia, e non è una battuta, avevamo bisogno proprio di una personcina come te che illuminasse i nostri passi e adesso ce l’abbiamo finalmente !!!!

    P.S.
    Ti sarai chiesta come mai non abbiamo tradotto un bel testo come Cambalache. In effetti cerchiamo sempre l’originalità, almeno io cerco di tradurre testi poco conosciuti ai più e cambalache, per quanto bello e interessante, è stato tradotto su più libri e blogs: ebbene si, ci hanno preceduto !!! Comunque una traduzione tutta nostra ci manca…..quindi oggi pomeriggio mi do da fare e facciamo un post del tipo “traduciamo insieme cambalache”: è un’idea no ? 😉

    A presto
    Besos
    Niky

    Rispondi

  9. Posted by Niky on maggio 19, 2008 at 6:48 am

    Per Dori.
    Si Manà me gustan desde mucho tiempo….
    e tu me li hai riportati alla memoria !!!

    Rispondi

  10. Niky,
    sinceramente non mi ero chiesta come mai non l’aveste tradotta, ma pensavo che in uno spazio come il vostro , non lo so, non potesse mancare “un pezzo” così forte del tango argentino, anche perché Discepolo va al di là del tango. Era un filosofo della vita.
    So, questo è chiarissimo, che questo è uno spazio in cui ogni testo proposto è la dimostrazione di un lavoro profondo e parlo sul serio. Non è battuta e non è una leccata di c… (no soy chupamedias = non sono lecca calze). Riconosco la capacità e mi sento soddisfatta quando la trovo.
    Veniamo al dunque. Una traduzione di Cambalache fatta da FAIBLOG non ce l’abbiamo ed è questa la molla. Traduciamo insieme cambalache e cerchiamo di essere fedeli al suo spirito.
    Ammetto di non aver mai letto una traduzione di Cambalache in nessuna lingua.
    Mi indicheresti qualche link? Sono curiosa…
    Grazie!

    Rispondi

  11. Altrettanto vale per quanto ho detto di te, Flavia. Il tuo aiuto giunge graditissimo e quanto mai opportuno dal momento che siamo un po’ tutti “dilettanti allo sbaraglio”, come traduttori di testi di tango. Quindi, io parlo per me ma credo di interpretare il pensiero di tutti noi, ti sono infinitamente grato e ritengo di avere molto da imparare da persone come te. Ti assicuro che non regalo facilmente complimenti, tranne quando ballo. 😉
    Niky

    Rispondi

  12. Niky,

    ecco la chiave.Sono andata a guardarmi la traduzione. Mentre attendevo il tuo link, da curiosona, sono andata a sbirciare un po’ e ho trovato una traduzione uguale identica a quella del link che mi hai segnalato.
    Facciamo la differenza, si può fare!

    Besos

    Flavia

    Rispondi

  13. Gracias, Niky!
    E io ho tanto da imparare da voi, credimi. Nemmeno io regalo complimenti!
    Per ciò che riguarda il ballo, il tangoo almeno, “es mejor perderme que encontrarme!” jajaja

    Rispondi

  14. Posted by Niky on maggio 19, 2008 at 8:59 am

    ahahahahah e allora è venuta l’ora di imparare !!! 😀
    Non vedo l’ora di postare cambalache e di lavorarci su 😉

    Rispondi

  15. Espero… pero mirà, flaco, que a bailar no salgo!! O querès que te queden los pies hechos bolsa?

    Rispondi

  16. Posted by Niky on maggio 19, 2008 at 9:35 am

    Non ti preoccupare ho almeno 2 centimetri di scarpa vuoti “di salvataggio” per evitare i pestoni !!! ahahahah

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: