Cartoline da BsAs

Puerto Madero – Foto by Ezequiel

Annunci

23 responses to this post.

  1. Mi fai venire voglia di andarci,vedi..? Splendida foto!

    Rispondi

  2. Vorrei mandarti il link della manifestazione a cui alludevo ma non mi permette di inviartelo, quindi ti dico che ho digitato su libero “tango a Rimini” e il primo sito della ricerca parlava di Tango Amarcord…prova a vedere tu 😉 E cosi’ il 1° Maggio sarai conquistata dalla musica dei Fervor, muy bien, naranjita 🙂

    Rispondi

  3. Ah! Il festival Amarcord è stato un festival organizzato a Rimini da una associazione di Torino per qualche anno. Ricordo il primo anno al Grand Hotel di Rimini una bellissima serata molto “Felliniana” con l’orchestra Marcucci che suonava dal vivo nella terrazza affacciata sul parco! Poi negli anni successivi si son trasferiti a Riccione. E quest’anno nulla! Al loro posto son venuti altri….

    Rispondi

  4. Posted by Franco on aprile 28, 2008 at 9:28 am

    ..chissà perchè poi un festival di tango da noi a rimini lo devono sempre organizzare altri..?! Tu che dici Chiara.. 😉

    Rispondi

  5. Posted by Franco on aprile 28, 2008 at 9:31 am

    ..quello che c’è fra qualche giorno tra l’altro, non è un festival ma una “vacanza tango”.. solo pacchetto con pernottamento e lezioni incluse..(!?!) sgrunt..
    Solo le milonghe sono aperte agli esterni..

    Rispondi

  6. Perchè Rimini è l’ombelico del mondo!!!
    Perchè Rimini ha tanti alberghi a buon prezzo!!!
    Perchè a Rimini si mangia troooooppo bene!!!
    Perchè Rimini piace a tutti!!!
    Perchè a Rimini viene voglia di ballare il tango!!!
    Perchè a Rimini abbiamo la Sangiovesa…e il sangiovese!!!
    Ma soprattutto perchè … Nemo propheta in patria sua!!!
    😀
    🙂
    😆
    😀
    🙂

    Rispondi

  7. Posted by Franco on aprile 28, 2008 at 10:31 am

    Mettiamo da parte tutto lo scontato..
    ..e un bel..
    Perchè a Rimini le varie associazioni non si mettono d’accordo o non muovono un dito per farlo..? 😉
    ..salvo poi lamentarsi se lo fà qualcun altro senza interpellarle..?

    😉

    Rispondi

  8. Posted by Niky on aprile 28, 2008 at 10:35 am

    Già, perchè ???

    Rispondi

  9. Ci abbiamo provato. Sinceramente. E tu lo sai. 🙂
    Ma ci sono interessi diversi.
    E se non c’è comunione di intenti…
    le cose non possono funzionare!
    🙂

    Rispondi

  10. Posted by Franco on aprile 28, 2008 at 10:47 am

    ok, pensavo che un conto è una milonga un altro è un festival..

    Rispondi

  11. Soprattutto per un festival gli intenti devono essere comuni!!!
    E insieme si deve stare bene! C’è parecchio da lavorare, gomito a gomito, giorno dopo giorno!
    E le finalità devono essere le stesse…altrimenti!

    🙂

    Rispondi

  12. Posted by motogio on aprile 28, 2008 at 11:37 am

    Caro Franco,
    primo esiste il tango
    poi i tangueri
    poi il proprio interesse personale.
    Se inverti l’elenco delle priorità viene fuori un gran casino.

    Se si vuole organizzare qualcosa cambiando le priorità,
    l’insuccesso e il malcontento sono assicurati.

    Poi io penso che per la crescita del tango e dei tangueri,
    non servano festival ma impegno nel gestire le proprie risorse.
    Cmq il nostro contributo di qualità e di tutela lo diamo sempre
    e spesso in maniera disinteressata.

    Ciao
    Giò

    Rispondi

  13. Posted by lucy on aprile 28, 2008 at 12:21 pm

    tutto il mondo è paese…
    questo non giova al tango e alla fin fine neanche ai famosi interessi personali… le associazioni non si mettono d’accordo, quasi mai. non sanno gestire una milonga in comune, figurarsi un festival. naturalmente ci sono delle belle eccezioni. dalle mie parti no.

    Rispondi

  14. Posted by Franco on aprile 28, 2008 at 1:23 pm

    ..e se invece di tentare di mettersi assieme per creare eventi, fosse una sola associazione a crearli..?

    Vedi, io vengo da una esperienza, la vela, dove la mia associazione ha organizzato campionati italiani ed europei di varie classi, da sola..
    Poi è anche successo di essere partner nell’organizzazione con altre associazioni che, una volta preso l’evento, si sono rese conto di avere bisogno di aiuto nell’organizzarlo..

    Perchè questo nel tango non può succedere..?

    Sono troppo idealista vero..?

    😉

    Rispondi

  15. Posted by motogio on aprile 28, 2008 at 1:43 pm

    no! sei propositivo, il che è bene e raro.
    Andare per mare è uno scopo comune.
    Andare per festival, invece, risponde a tante motivazioni e obiettivi
    spesso contrastanti.
    L’evento di Riccione è autosufficiente e organizzato da associazioni
    esperte con la gestione di grandi numeri e con le idee molto chiare.
    Guadagnano (forse), ma danno molto in cambio e assumono un bel rischio imprenditoriale.
    Sono di basso profilo e “laiche” rispetto a “cardinali”.

    Le associazioni locali, secondo il mio modesto parere,
    sono attratte dal luccichio del festival, ma non conoscono e sanno
    gestire, sempre “laicamente”, le complessità dell’organizzazione.

    Di quello che sarebbe bello fare, sempre a mio modestissimo parere,
    avrei piacere di parlarne a voce.
    Certo che di dare lezioni a Fabian o Sebastian, non ne ho proprio voglia! 🙂

    Rispondi

  16. Secondo me per organizzare un Festival ci vogliono signori “attributi”:
    capacità organizzative,
    entrature nazionali e internazionali,
    conoscenze ben radicate,
    voglia di mettersi in gioco,
    competenze culturali,
    voglia di fare, di provare, eventualmente sbagliare;
    tempo e idee chiare…

    E questo finora c’era nelle Associazioni che sono venute a Rimini a organizzare festival e quant’altro. E altre ne verranno, perchè la posizione centrale permette di raccogliere un bacino di utenza molto ampio.

    Siamo sicuri che a Rimini abbiamo Associazioni in grado di fare tutto ciò?
    Io vedo molta più preoccupazione a guardare chi ti guarda che ad andare avanti a buttare il cuore oltre al proprio naso. 😉
    Da che mondo e mondo i Riminesi stanno seduti a guardare (e a criticare) ciò che fanno gli altri. Soprattutto in ambito culturale!!!!! Sono veramente pochi i propositivi!

    Poi di fondo il tango a Rimini è giovane e per farlo crescere non so se il festival sia così indicato. Giovedì scorso c’era un bellissimo concerto di tango con Passarella a Forlì. Splendida musica! “Ma si balla?”. “Ma ci sono i ballerini?”, “Ma dopo c’è la milonga?”, “Ma è solo un concerto?”…queste le domande più frequenti delle persone a cui l’ho proposto. E sai quanti tangueri c’erano in sala fra il pubblico ad ascoltare? Sei, inclusi io e Gio!

    Altro che Festival!
    🙂

    Rispondi

  17. Posted by motogio on aprile 28, 2008 at 2:01 pm

    e il maestro Passarella è stato mitico
    mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico
    mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico
    mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico
    mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico
    mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico
    mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico
    mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico mitico
    MITICO (si era capito?)

    nei bis ha suonato una versione de “Il Postino” che da sola valeva una vita!
    Ha suonato sue composizioni e brani di Piazzolla con una maestria sovrumana.

    Abbiamo un esecutore del livello di Troilo, Piazzolla, Garello, Libertella, Marconi
    e non lo sappiamo apprezzare 😐

    queste sarebbero le strade da percorrere, assieme a una milonga (nel senso di riunione,
    festa) di gente allegra e festosa.

    abrazos

    Rispondi

  18. Posted by Franco on aprile 28, 2008 at 2:10 pm

    Caro Gio, si fa per parlare.. ma ci sono tante cose in questo ambiente che mi lasciano perplesso, ed alle volte con l’amaro in bocca..

    Per quanto riguarda l’evento di Riccione che citavi, è un grande “affare” per quei tangueri che provenendo da fuori un alloggio lo dovrebbero trovare comunque..
    Bella la formula, una variante alle le crociere-tango.
    Per noi del posto è un pò una beffa..
    Per fortuna hanno aperto le milonghe.

    Rispondi

  19. Abbi fede!
    Se proprio ci tieni, vedrai che ti apriranno anche le lezioni!
    😉

    Rispondi

  20. Amaro in bocca?
    Sputa fuori!
    Lo sai che non fa bene!
    😉

    Rispondi

  21. Posted by Franco on aprile 28, 2008 at 2:15 pm

    Beh in quanto a competenze culturali sul tango mi sembra che tu e Gio non scherziate..
    E poi se non si comincia mai..

    😉

    Rispondi

  22. Posted by Franco on aprile 28, 2008 at 2:17 pm

    cmq sarebbe bello se un festival qui fosse organizzato qui e non a canigattì.. (toh ho fatto anche la rima..)..!!

    🙂

    Rispondi

  23. Posted by motogio on aprile 28, 2008 at 2:21 pm

    se ci vediamo giovedì, ne parliamo 😉

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: