Archive for 16 gennaio 2008

Omaggio a Roberto Quiroga

Il 16 gennaio del 1911, nasceva il cantante e chitarrista Roberto Quiroga, anche detto “El Cantor del Pueblo“. Sul preciso luogo della sua nascita ci sono discrepanze d’opinione, ma comunque si tratta di Avellaneda, provincia di Buenos Aires, o del quartiere porteño di Barracas. Anche sul suo vero nome e cognome ci sono questioni aperte (si va da Manuel Martins a Carlos Martins, o anche Martino). Di sicuro usò all’inizio i nomi d’arte di Manuel Martins e Carlos Rainer.

Iniziò a cantare a diciotto anni dapprima come solista, poi in duo e lavorò anche come chitarrista in radio. Solo nel 1940 prese il nome di R. Quiroz ed entrò nell’orchestra di De Caro. Ma ci restò poco. Cambiò orchestra per poi scegliere la sua strada. Si avvicinò allo stile di Gardel, anche se molti lo accusarono di volerlo imitare un pò troppo; però il vuoto si sentiva e dunque gli impresari cavalcarono l’idea e lo favorirono. Cantò in molti caffè, alla radio, sempre accompagnato da chitarre e girò persino qualche film dalla trama semplice, ma proprio per sfruttare l’immagine del cantante. Nel primo, “El cantor del pueblo” venne affiancato dall’ottimo Tito Lusiardo (di gardelliana memoria) e da Mario Fortuna; il film raccontava la storia di tre umili cantanti in cerca di fortuna nel mondo del tango; una sorta di biografia di Gardel all’acqua di rose. Poi arrivarono “Otra cosa es con guitarra” e un emblematico “Cuidado con las imitaciones“!
I film furono molto importanti per Quiroga perchè lo fecero conoscere all’estero e così partì per lunghe tournee in tutta l’America, in Venezuela e in Colombia (dove amavano e amano ancora molto Gardel). Ma non abbandonò mai BsAs. E fu durante uno spettacolo nella capitale che ebbe un ictus e morì alla giovane età di 54 anni.

Probabilmente non è stato il tanto cercato sostituto di Gardel, ma forse uno dei primi. E comunque la sua voce era molto simile o per lo meno ben impostata alla Gardel, anche se per gli estimatori, di Zorzal ce n’è stato e sempre ce ne sarà solamente uno. A me non pare molto uguale, ma non mi pare che nemmeno si sia sforzato di imitarlo…
Comunque per giudicare da voi, QUI una Cumparsita con orchestra e QUI Quiere fumar con chitarre. QUI invece la sua versione di Porque Canto Asi di Celedonio Flores (dicono sia stato il primo a cantarlo).

Fileteado Gardel Martiniano Arce.jpg

Un dubbio che mi viene sulla scelta del nome d’arte: Roberto Quiroga … R. Quiroga … Rosita Quiroga, la “Gardel femenina”  …  Beh! Un sospetto viene… 😉

Un caro saluto
Chiara

Annunci

Tango raptus