Archive for 5 gennaio 2008

Sondaggio di Opinione: il Tango Argentino è Macho ?

Leggo su un sito circa il “Falso stereotipo dell’uomo nel tango…“, Qui, secondo cui, dalla cinematografia degli scorsi decenni, sarebbe emerso un falso machismo dell’uomo nel tango.

Dai testi dei tanghi abbiamo la conferma che l’uomo effettivamente non si comporta da macho: ne postiamo qualche trafiletto  a smentita di ciò ? O a conferma di ciò, se ne conoscete ?

L’uomo nei testi dei tanghi appare sotto diverse spoglie, ma da quello che ho tradotto è soprattutto un uomo che soffre, un uomo abbandonato, un uomo che ha subito lo scacco della vita, che è rimasto fregato. Ancora: un uomo nostalgico, che muore per amore. Naturalmente ho imparato a mie spese che nel tango non si finisce mai di imparare e che la materia è vasta, se si pensa che i tanghi sono quasi 7000 e non so di questi quanti abbiano un testo, credo davvero tanti, e per conoscerli tutti ci vuole tempo e pazienza. Quindi se qualcuno volesse aggiungere qualche altro aspetto che io non sono stato in grado di cogliere o che ho dimenticato è benvenuto/a. 

E invece nella vita di tutti i giorni com’è l’uomo nel tango; come si comporta nei confronti della donna, in milonga e fuori dalla milonga ? E’ un macho o un micho ?

Annunci

Tango: visioni e profumi

He nacido en un barrio criollo
de casitas abiertas al sol,
cuyos aires corrían henchidos
de heliotropo, de menta y cedrón.
¡Hermoso barrio de mi juventud!
Tu viejo ambiente criollo, ¿dónde está?

Sono nato in un quartiere criollo
di casette esposte al sole,
a cui l’aria giungeva carica dei profumi
di vaniglia da giardino, di menta e d’erba limoncina.
Grazioso quartiere della mia gioventù!
La tua vecchia atmosfera criolla, dov’è?

Recordando a mi barrio – José María Ruffet – vals
QUI la versione di Carlito Gardel con le chitarre di Barbieri, Aguilar e Riverol

Anche a me capita spesso di stare in giardino e rivedere immagini del passato: le passeggiate che facevo da piccola, nelle calde sere d’estate, con i nonni. La mia più grande libidine era quando mi portavano in fondo alla strada di casa loro e mi raccoglievano due foglioline di erba cedrina. Un profumo inconfondibile che non posso dimenticare! 🙂

Tango for tourist…