I Tanghi che mi piacciono: Tres Esquinas

Tres esquinas
Tango
1941
Música: Ángel D’Agostino / Alfredo Attadía
Letra: Enriq
ue Cadícamo

dago.jpg

Yo soy del barrio de Tres Esquinas,
Io sono del quartiere di Tres Esquinas,
viejo baluarte de un arrabal
vecchio baluardo di una periferia
donde florecen como glicinas
dove fioriscono come glicini
las lindas pibas de delantal.
le belle ragazzine col grembiule.

Donde en la noche tibia y serena
Dove nella notte tiepida e serena
su antiguo aroma vuelca el malvón
la malvarosa diffonde il suo antico aroma
y bajo el cielo de luna llena
e sotto il cielo dalla luna piena
duermen las chatas del corralón.
dormono le carrozze nel recinto.

Soy de ese barrio de humilde rango,
Sono di questo quartiere di umile rango,
yo soy el tango sentimental.
io sono il tango sentimentale.
Soy de ese barrio que toma mate
Sono di questo quartiere che prende mate
bajo la sombra que da el parral.
sotto l’ombra del pergolato.
En sus ochavas compadrié de mozo,
Da ragazzo ero familiare ai suoi cornicioni,
tiré la daga por un loco amor,
tirai di pugnale per un pazzo amore,
quemé en los ojos de una maleva
bruciai per gli occhi di una malvivente
la ardiente ceba de mi pasión.
l’alimento ardente della mia passione.

Nada hay más lindo ni más compadre
Non c’è niente di più bello e di più familiare
que mi suburbio murmurador,
del mio sobborgo pettegolo,
con los chimentos de las comadres
con i racconti dei parenti

y los piropos del Picaflor.
e le galanterie del dongiovanni.
Vieja barriada que fue estandarte
Vecchio barrio povero che fu vessillo
de mis arrojos de juventud…
dei miei capricci di gioventù…
Yo soy del barrio que vive aparte
Io sono del quartiere che vive in disparte
en este siglo de Neo-Lux.
in questo secolo di Neo-Lux.

Ecco a voi la versione di Angel D’Agostino e Angel Vargas, Qui.

Annunci

2 responses to this post.

  1. Posted by motogio on ottobre 7, 2007 at 9:06 am

    “como glicinas…”
    meraviglioso!
    è una immagine che richiama il nostro meridione, dove il glicine è veramente super.

    “con los chimentos de las comadres”
    quì proporrei: con le “tiritere” delle comari.

    Chimento nel senso di insistenza, disco incantato, tiritera appunto:
    -quando ti sposi?
    -cercati un lavoro!
    -tagliati i capelli!
    -devi mettere la testa a posto.

    E’ questo un pezzo meraviglioso, che però non arriva subito, ci mette un pò, ma poi si capisce bene, come la frase: “ieri un tipo, che guidava una macchina di cortesia, mi ha mandato aff@nc..”

    gracias dctango por el lindo trabajo

    Rispondi

  2. Posted by dctango on ottobre 7, 2007 at 10:28 am

    Muy cansado !!! Pero “gratificado”, gracias !!!
    Niky

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: